Guida alle maiuscole nel Potterverse

Regola generale. Tutti i termini introdotti da JKRowling vogliono la maiuscola, anche se non sono nomi propri. Esempio: Auror, Tassorosso, Avada Kedavra, Casa di Hogwarts, Mangiamorte, Babbano.

Attenzione! La Rowling usa la maiuscola anche nei nomi delle materie, come per esempio: Pozioni, Trasfigurazione, Difesa Contro le Arti Oscure, sebbene sia scorretto (noi scriviamo minuscolo matematica, italiano, storia dell’arte, ecc.). Si usa la maiuscola solo quando si parla della materia.

Esempio: “Sono andato a lezione di Incantesimi.” – vuole la maiuscola

Esempio 2: “Ho fatto alcuni semplici incantesimi.” – non la vuole

Altra cosa importante! Per quanto in Italia non siamo abituati a parlare di prefetti e sale comuni, questi termini sono molto usati quando si parla di collegi e non sono stati introdotti da JKR. “Prefetto” e “sala comune” dunque non vogliono la maiuscola, così come non la vuole “biblioteca”, “aula” e “sala d’ingresso”. (Sala Grande, però, sì, perché è un nome proprio!)

Altre regole sulle maiuscole. Anche se non si tratta di casi strettamente legati alle fanfiction su Harry Potter, ricordo qualche regola generale, che spesso viene dimenticata soprattutto da chi legge in inglese.

  • I nomi dei mesi e dei giorni della settimana non vogliono la maiuscola.