Guida alla punteggiatura

Non sono qui per indicarvi come usare la punteggiatura – se scrivete, dovreste già saperlo – ma piuttosto come si usa la punteggiatura nella videoscrittura.

  • Virgola
    Spazi: prima della virgola non c’è lo spazio, dopo la virgola c’è lo spazio.
    Esempio:
    Harry si stiracchiò, inforcò gli occhiali e scese dal letto.
  • Punto
    Spazi: valgono le stesse regole della virgola.
    Dopo il punto va la lettera maiuscola.
    Esempio:
    Harry si guardò intorno. Non vide anima viva.
  • Due punti
    Spazi: dopo i due punti va lo spazio. _Solo_ se seguite la convenzione francese, lo spazio va anche prima dei due punti. Altrimenti no.
    Esempio:
    Ecco quello che vide: al centro della Sala Grande, dodici abeti…
  • Punto e virgola
    Spazi: valgono le stesse regole dei due punti.
    Dopo il punto e virgola _non_ va la lettera maiuscola.
    Esempio:
    Corse per diversi minuti, ma presto si accorse di essere stanco, dunque si fermò; si accasciò a terra.
  • Puntini di sospensione
    Spazi: Dopo i puntini di sospensione va lo spazio; prima no. Potete anche decidere di omettere lo spazio dopo i puntini di sospensione, purchè rispettiate la vostra decisione lungo tutto il testo.
    I puntini di sospensione sono sempre e solo _tre_ (3). Mai di più, e mai di meno.
    Esempio:
    Forse… forse avrebbe fatto bene a far finta di niente… magari poi, un giorno…
  • Punto esclamativo
    Spazi: Prima del punto esclamativo non va lo spazio, dopo sì.
    Il punto esclamativo va sempre battuto singolarmente. Coppie e triplette e sfilze infinite di punti eclamativi non sono ammesse.
    Dopo il punto esclamativo va la lettera maiuscola, eccezion fatta per le esclamazioni che si susseguono, specialmente nei dialoghi.
    Esempio:
    Una sorpresa! Davvero non l’avrebbe mai immaginato.
    Esempio 2:
    Non è possibile! non ci credo! è impossibile!
  • Punto interrogativo
    Spazi: valgono le stesse regole del punto esclamativo.
    Il punto interrogativo va sempre battuto singolarmente. Coppie e triplette e sfilze infinite di punti interrogativi non sono ammesse.
    Per accentuare un punto interrogativo, accetto (come convenzione di Acciofanfiction) un punto esclamativo vicino. ‘?!’ o ‘!?’.
    Dopo il punto interrogativo va la lettera maiuscola, eccezion fatta per le domande che si susseguono, specialmente nei dialoghi.
    Esempio:
    Che cosa avrebbe fatto dunque? Scappare di certo non poteva.
    Esempio 2:
    Davvero? ma che dici? è proprio così?
  • Parentesi
    Spazi: Per la parentesi di apertura, lo spazio va prima e non dopo. Per la parentesi di chiusura, lo spazio non va prima ma dopo.
    Le parentesi usate nella scrittura sono le parentesi tonde.
    Esempio:
    Un grande albero (o più che altro una carcassa di cartone) era situato al centro della Sala Grande.
  • Virgolette
    Spazi: valgono le stesse regole delle parentesi.
    Le virgolette possono essere doppie ” o singole ‘ (che sono lo stesso segno dell’apostrofo).
    Esempio:
    Aveva appena finito di leggere “La Storia Infinita” di Michael Ende.
  • Apostrofo
    Spazi: per gli apostrofi che congiungono due parole, lo spazio non va né prima né dopo. Per gli apostrofi che troncano una singola parola (es: un po’) va lo spazio dopo.
    Esempio:
    L’altra volta se n’era andata un po’ prima perché doveva essere a casa presto.
  • Trattino
    Spazi: il trattino, usato negli incisi, vuole uno spazio prima e uno dopo. Il trattino che taglia le parole a metà o che taglia i discorsi vuole solo lo spazio dopo. Il trattino del dialogo vuole solo lo spazio dopo.
    Esempio:
    Hermione non voleva che accadesse quello che stava per accadere – davvero non lo voleva – ma cos ‘altro avrebbe potuto fare?
    Esempio 2:
    “Io non intendevo dire que-” ma si bloccò.